Google+ e la sua praticità, why not?

(Se non presenti sottotitoli nella lingua desiderata, selezionarla dal pulsante cc in basso nel video durante la sua esecuzione)

Ne avevo già accennato in questo mio precedente post e non a caso avevo anticipato che saremmo tornati sull’argomento. Dopo averne sentito parlare varie volte su internet (l’han definito “non una novità”, con funzioni già esistenti su internet – ma non su unico sito  -) non vedevo l’ora di provare questo nuovo social network Google+ per un periodo idoneo a poter anche dare un giudizio personale….Parere dopo averlo provato come mi proponevo? Decisamente positivo.

Cerchie (Circles): “a volte non ha senso parlare di certi argomenti con certe persone” riporta giustamente il video. Da questo il poter raggruppare persone con caratteristiche diverse (familiari, amici, conoscenti…) per poter condividere con persone con diversi tipi di conoscenza informazioni diverse… Il tutto con una semplicità notevole: trasportando i contatti semplicemente nelle varie aree…;

Spunti (Sparks): un interessante fonte di informazioni su argomenti che identifichiamo come importanti;

Videoritrovi (Hangouts): potersi rendere disponibile agli altri in video. Non parliamo tanto e solo di generiche “chiamata diretta”, ma di  rendersi anche disponibile a chi dei nostri conoscenti o amici “passa di li…”;

Mobile: come interagire facilmente anche in mobilità.

(Se non presenti sottotitoli nella lingua desiderata, selezionarla dal pulsante cc in basso nel video durante la sua esecuzione)

Naturalmente su pagine Google varie informazioni, come la facile definizione delle impostazioni.

Da notare che il tutto non è classificato-diviso, ma tutto un insieme di tante piccole funzioni ben integrate (quelle principali sopra indicate ed altre come l’instant upload, l’invio immediato). Queste e altre informazioni sono disponibili anche nella pagina del progetto Google+.

Come ho trovato Google+?

- pratico

- l’insieme di parti utili di altri sistemi di comunicazione (ma è un bene questo, una semplice scelta intelligente!) ma rendendo le funzionalità decisamente pratiche per chi le usa

- sicuramente efficace e funzionale-funzionante (praticamente sconosciuti i blocchi-”piantamenti” di altri sistemi su web).

Why not? Perchè non usarlo quindi?

Proprio per provarlo…se volete un invito per Google+ lasciateci la vostra mail in un commento e proveremo a inviarvelo volentieri!

Buona vita (informatica e non) a tutti…

About these ads

2 Risposte to “Google+ e la sua praticità, why not?”

  1. Luoghi di ritrovo-Video (Hangouts) in Gmail su Google Says:

    [...] già parlato degli Hangouts (testualmente “luoghi di ritrovo”) di Google+. Ho trovato particolarmente pratica e [...]

  2. Rendere semplice e intuitivo l’accesso alle informazioni. Google ad esempio… Says:

    [...] Un esempio di attenzione su questo lo vedo spesso nelle applicazioni Google; in precedenti articoli  abbiamo visto ad esempio la semplicità di Google Chrome,  i miglioramenti dell’interfaccia di Gmail, la praticità del suo ambiente social network  Google+. [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 71 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: