Neve in Italia in questa terza settimana di gennaio con ciclone chiamato “Morgana”


Previsione_16_gennaio_2013_ilmeteoit_MondoliberoA quasi un anno di distanza dai “giorni della merla” del 2012 contraddistinti dalle basse temperature (per giorni della merla si intendo generalmente i giorni più freddi dell’anno nel periodo 29-31 di gennaio) e come avvenuto poi lo scorso febbraio, anche in questo gennaio 2013 arrivano perturbazioni particolarmente fredde in Italia.

Come riportato da ilmeteo.it e su sito Aeronautica Militare viene prevista neve in vari punti d’Italia (principalmente al nord e poi al centro).

Per il centro dovrebbe essere coinvolta la città di Roma e ad ora buona parte dell’Italia centrale.

Considerando sempre che le previsioni – come tali – possono sensibilmente cambiare quelle effettuate oltre le 24-48 ore (delle novità ad ora sembrano emergere nella permanenza della perturbazione sabato e domenica) da considerare i soliti consigli validi nelle zone critiche ma che mi sento di consigliare anche per le aree “a rischio”:

  • catena a bordo si, ma essere in grado anche di montarle;
  • valutate sforzi con pala o carichi di neve, se non siete sicurissimi della vostra salute e se non siete abituati ad una costante e intensa attività fisica;
  • valutate mezzi pubblici ove possibile. Da considerare che FS ha comunicato possibili variazioni negli orari/orari speciali a fronte di problemi meteo;
  • evitate di spostarvi con il proprio mezzo se non indispensabile; specialmente con molta neve la pulizia delle strade può essere difficoltosa e deve comprensibilmente dare priorità a percorsi di mezzi pubblici o critici;  tanta attenzione (anche a piedi) al possibile ghiaccio sempre;
  •  non sottovalutate le basse temperature.

Buona vita.

Immagine articolo tratta da previsione ilmeteo.it ad oggi (valgono le considerazioni riportate in articolo)

Nuovamente tanta neve nel fine settimana con il Blizzard nel centro-sud; 1 metro nelle marche…


Si chiama Blizzard, è caratterizzato da venti forti portando intense nevicate e  freddo (-10 gradi), e nelle prossime ore incrocerà le nostre regioni, quanto meno come previsione  fino a domenica.

Tutto questo a pochissimo tempo dai “giorni della merla” che già si erano tanto fatti sentire nel nostro paese con il Buran passato nelle nostre regioni  (italianizzato da molti in “Burian).

Già l’Ansa parla ad esempio nelle marche di previste nevicate già questa notte e a partire invece da domani sera si cita fino a 1 metro di ulteriore neve  (rispetto a quella già esistente in questi giorni).

Ma sono coinvolte altre regioni, come l’Emilia Romagna, l’Umbria, il Lazio, la Toscana e da come si vede dalla stima di ilmeteo.it riportata in quest’articolo si prevede in buona parte del centro-sud ma anche in alcune zone del nord; si parla di veri e propri temporali di neve.

A Bologna ad esempio si sconsiglia di uscire tra le 12 di domani e le 17 di sabato 11.

Anche su meteo.it e su sito Aeronautica Militare viene prevista neve in particolar modo nel centro sud per i prossimi 2 giorni.

Avendone vista tanta in questi giorni mi vengono in mente alcune informazioni che vorrei condividere con voi:

- catena a bordo si, ma come giustamente si sente dire tanto in questi giorni essere in grado anche di montarle;
valutate sforzi con pala o carichi di neve, se non siete sicurissimi della vostra salute e se non siete abituati ad una costante e intensa attività fisica;
– valutate mezzi pubblici ove possibile. Da considerare che FS ha comunicato che alcune linee ferroviarie definite  secondarie verranno chiuse domani, ma si confida nella restante rete ferroviaria e di mezzi pubblici;
– evitate di spostarvi con il proprio mezzo se non indispensabile; specialmente con molta neve la pulizia delle strade può essere difficoltosa e deve comprensibilmente dare priorità a percorsi di mezzi pubblici o critici;
– tanta attenzione (anche a piedi) al possibile ghiaccio sempre;
– non sottovalutate le basse temperature.

Buona vita

Immagine tratta da http://www.ilmeteo.it

I giorni della merla hanno portato neve e gelo…e come previsto torniamo sull’argomento freddo…


Avevamo già parlato dei “giorni della merla” (fine gennaio, i  giorni definiti i più freddi dell’anno); come promesso torniamo su previsioni e situazione. Alla fine di gennaio ha fatto immediato seguito un’ondata di neve e gelo di questi primi giorni di febbraio.

Negli ultimi giorni la neve è scesa su regioni del centro nord come le Marche, l’Umbria, la Toscana, l’Abruzzo (qui a sinistra vedete una foto Ansa di Chieti), l’Emilia Romagna, il Veneto e altre come il Lazio dove il bianco ha coperto anche le strade di Roma (superficialmente rispetto ad altre zone) dove il Sindaco ha annunciato la distribuzione di pale. 

Oggi come riportato da Linea Verde in TV, dal Sito Meteo aeronautica Militare e come – sich – visto sul posto la neve continua a farsi sentire e lo farà per diversi giorni ancora in particolar modo nella fascia medio adriatica con temperature previste in rialzo da metà settimana (ma sempre sotto la media del periodo) coonsiderando comunque che con diversi giorni di anticipo le previsioni non hanno un altissimo grado di attendibilità perchè soggette al variare degli eventi.

In Abruzzo è stato dichiarato lo stato di emergenza, mentre anche nelle Marche

sono in pieno lavoro le SOI (Sale Operative Integrate) della Protezione civile.  Da Coldiretti segnalato rischio carenza cibi freschi negli scaffali. Sempre nelle marche previsto l’intervento dell’esercito (servizio Rainews):

Un’invernata che si fa sicuramente sentire. Come riportato da Ilsole24ore neve ancora al nord, mentre in molte realtà emergono anche problemi di elettricità. Sul sito Ilmeteo.it troviamo la tendenza a lungo termine (15 giorni)Speriamo che nella settimana entrante i treni e i mezzi pubblici siano d’aiuto.

Lasciandovi con alcuni link utili e ricordando l’importanza di gomme adeguate o catene a bordo….buona vita!

- Foto sulla neve da LaStampa.it da parte di lettori

- Foto e video da Ansa registrati da parte di persone

- Sito Meteo Aeronautica Militare

- Video Ansa – Come mettere le catene

- Ilmeteo.it

- Meteo.it

- Trenitalia.com (per biglietti e orari treni) con anche versione mobile/cellulari.

- Viaggiatreno (per situazione-ritardi dei treni) con anche versione mobile/cellulari da numero treno o da stazione

Li chiamano “i giorni della merla…”


Fonte www.ilmeteo.itDei giorni di fine gennaio si dice spesso sono “i giorni della Merla“, identificandoli come i giorni più freddi dell’anno.

Premettendo che, come giustamente riportato dal sito ilmeteo.it, le previsioni a diversi giorni di distanza non hanno sicuramente una alta percentuale di sicurezza per ovvi motivi diversi giorni prima….ad oggi prevedono davvero saranno i giorni più freddi dell’anno.

Si parla, nella prossima settimana ad ora, di massime temperature in “0 gradi” e di molta neve che (sempre con le normali considerazioni sulla probabilità, dati i tempi) dovrebbe farsi sentire anche nella settimana successiva (da lun 6 febbraio 2012).  Ad ora siti come meteo.it e le previsioni settimanali di Linea verde prevedono una situazione si fredda ma come precipitizioni leggermente più “tranquilla”.

Vedremo nei prossimi giorni come si evolveranno previsioni e situazione…

Buona vita.

Immagine articolo tratta da pagina previsione 15 giorni ilmeteo.it.

Una settimana di concerti sulla neve


Alpe di SiusiNel cuore delle Dolomiti, a più di 2000 metri, amplificato dall’azzurro che sovrasta montagne rosa incantate, proprio là sulle vette, dove il suono non ha limiti di barriere, accompagnato dal fruscio della neve, ecco che incanta il sound di una “jam session sulla neve”. Swing on Snow, giunge alla sua quinta edizione dal 24 al 31 gennaio 2010, un festival che echeggerà per tutta l’ Alpe di Siusi (BZ) dalle piste ai rifugi di giorno e nei locali più caratteristici durante la notte. Un evento che stupisce e diverte attirando numerosi visitatori dall’Italia e dall’estero, perché una settimana bianca così può succedere solo una volta all’anno. Si susseguiranno nove gruppi musicali in ben 21 appuntamenti, tra folk, jazz, soul, pop e musica classica per un pentagramma di note tradizionali e improvvisate.

Direttore artistico del programma è Hartwig Mumelter con la sua grande esperienza musicale, compositore per passione, che vuole accendere i riflettori sulla musica folk come simbolo di una popolazione e anche per questa edizione, l’attenzione sarà rivolta in particolare a proporre la più ampia varietà possibile di stili. A esibirsi sul palco naturale dell’ Alpe di Siusi saranno il fascino femminile e la creatività artistica delle austriache Velvet Voices, il suono originale de Le Rounder Girl tre cantanti provenienti da Austria, New York e Londra accompagnate al piano da Mario Pecoraio, la vivacità del funk dei Fei Scho, e poi i Gimpl, la musica popolare di cornamusa, tuba e concertina dei Titlá, la tradizone dei Ziganoff, creeranno invece l’emozione di un contrasto i toni mediterranei e suoni orientali di fisarmonica e canto, con blues, swing, klezmer, ska e il tango sulla neve dei Rhythm Gitane, per finire l’ensemble di archi dei Netnakisum.

L’Alpe di Siusi offre proposte di soggiorno per tutte le tasche a partire da 60,00 € a persona al giorno in hotel quattro stelle, 35,00 € per hotel tre stelle fino a garni da 23,00 € per persona al giorno.

Per informazioni:

Alpe di Siusi Marketing
Tel: 0471.709600
E-mail: info@alpedisiusi.info
Sito Web: www.alpedisiusi.info

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 76 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: