Musica Jazz: La sua Storia, la Sua Essenza, la Mia Idea

In un mondo in cui la musica è entrata nella quotidianità della vita, e la si sente accendendo radio, TV e camminando per strada, non si riesce più a distinguerne la vera essenza. O meglio, si ascolta solo un mezzo di persuasione, un vero e proprio modo di fare commercio. Ci sono però ancora artisti disposti a suonare in maniera disinteressata, e a fare della musica qualcosa di più di una speculazione imprenditoriale. Proprio come accadeva oltre duecento anni fa, negli States, quando giovani di colore cantavano i primi spiritual per sentirsi uniti nelle soleggiate piantagioni. Quella musica triste, scura, quasi macabra generò poi il Blues, che sfociò nell’ideazione di nuovi strumenti, come la batteria, e nella reinvenzione di tecniche del suonare, come accadde per il contrabbasso, per la prima volta usato come uno strumento a corde pizzicate. Con l’evoluzione nel tempo delle scale Blues, nacque il Jazz, che dava ancor più spazio all’improvvisazione e alla creatività individuale.

Musica Jazz

Tuttavia tale genere musicale ebbe un degno sviluppo solo negli U.S.A., estendendosi dalle pianure del Mississippi, dov’era nato, a grandi città come New York e Boston. In Europa il Jazz rimase, fino alla Seconda Guerra Mondiale, uno stile d’eccezione, puramente tecnico, per via delle preferenze che la gente aveva verso la musica melodica. Con gli anni ’60 e il Beat, la gente venne a toccare un fenomeno globale, che fece quasi dimenticare l’altro lato della musica. Ciononostante sono state molte le personalità che nello scorso secolo hanno contribuito all’evoluzione del Jazz e del Blues (da cui poi è nata la Fusion): Miles Davis, lo storico trombettista che ha rivoluzionato il modo di concepire il Jazz strumentale, sperimentando suoni e tecniche del tutto originali; Billie Holiday, la cantante di colore che negli anni ’50 raccontava la sua vita sofferta e le sue storie d’amore con la sua inconfondibile voce scura; e i sassofonisti John Coltrane e Charlie Parker, tanto per citarne alcune. Per comprendere appieno questa musica bisognerebbe entrare nello spirito dei suoi artisti, lo spirito dell’improvvisazione e dello star bene suonando.

Annunci

Pubblicato da

Vincenzo Ferme

Quando ho voglia scrivo di ciò che mi pare. Parlo di ciò che mi gira per la testa, di ciò che vedo, di ciò che faccio. Pubblico guide, recensioni, notizie, critiche e tutto ciò che mi passa sotto mano e che penso sia interessante.

2 pensieri riguardo “Musica Jazz: La sua Storia, la Sua Essenza, la Mia Idea”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...