Elezioni Amministrative e Politiche: Scopri il Partito più vicino alle Tue Idee

Anche quest’anno, purtroppo per le nostre tasche, ci saranno le elezioni. Nella blogosfera se ne sta parlando molto, forse fin troppo, ma in ogni caso anche io ho deciso di trattare questo argomento. Questo articolo non è scritto per esprimere apprezzamenti o critiche verso i ‘personaggi in voga‘ in questo periodo, ma per presentare un interessante, utile e gratuito servizio offerto da OpenPolis.it.

Scopri la Tua Posizione Rispetto ai Vari Partiti

Per chi come me non è molto attratto quando sente parlare di politica, ma crede nel diritto e nell’importanza del proprio voto, esiste un sito: http://www.voisietequi.it/, che mette a disposizione di tutti uno strumento che di sicuro vi indirizzerà verso un voto più critico.
VoiSieteQui è un servizio che pone all’utente una serie di 25 domande, con valutazioni da Molto Favorevole e Molto Contrario; il sistema raccoglie le vostre risposte e le confronta con il database che contiene le risposte di tutti i Partiti (Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Democratico, Partito Socialista, Lega, PdL, UdC …) alle singole domande e successivamente vi mostra una pagina di risultati. Su questa pagina trovate un grafico che evidenzia la distanza di idee che c’è tra voi ed i vari partiti, facendo una media ponderata basata sulle risposte alle varie domande.

Ecco un esempio di Grafico (La Mia Posizione):

Le Mie Idee Rispetto a Quelle dei Partiti

Trovate inoltre le posizioni dei partiti complessivamente e per ogni singola domanda, questo vi permette di effettuare un’analisi più dettagliata, dando peso maggiore ai temi che ritenete più importanti o più vicini a voi.

E’ sicuramente un servizio molto valido e da provare. Se conoscete altri servizi di questo genere, o semplicemente volete esprimere ciò che pensate a riguardo, lasciate un commento all’articolo.

Annunci

Pubblicato da

Vincenzo Ferme

Quando ho voglia scrivo di ciò che mi pare. Parlo di ciò che mi gira per la testa, di ciò che vedo, di ciò che faccio. Pubblico guide, recensioni, notizie, critiche e tutto ciò che mi passa sotto mano e che penso sia interessante.

9 pensieri su “Elezioni Amministrative e Politiche: Scopri il Partito più vicino alle Tue Idee”

  1. Seguo attentamente il blog del mio amico Remo Anubi: lo trovo di notevole spessore comunicativo e ritengo meriti la massima diffusione possibile. Tale blog porta un titolo strano: “CORRI LUMACA, CORRI…”, visitabile all’indirizzo: http://corrilumacacorri.blogspot.com/?zx=6a66d26449bde11a, e’ seguito da Google Reader e il suo successo mi pare meritato. Ne condivido le impostazioni, l’indirizzo politico, e la chiarezza degli enunciati. Ritengo sia molto vicino a Mondo Libero.

  2. Walter Veltroni lascia la guida del Partito Democratico. Eppure la sua elezione era avvenuta non all’interno di un congresso come scelta barattata tra i partecipanti, ma per mezzo di una colsultazione nazionale alla quale avevano partecipato milioni di sostenitori attratti dalla speranza di vere nascere un partito nuovo. frutto dell’incontro tra cattolici e laici. Veltroni, lasciando il suo incarico, non ha fatto riferimento alle silenziose congiure di palazzo che avvelenano la vita di ogni raggruppamento politico (a parte un caso ove il capo è intoccabile), ma ha detto semplicemente: Scusatemi se non ce l’ho fatta. Non sono riuscito a realizzare il sogno della mia vita, un partito democratico, riformista, in grado di cambiare l’Italia. Credo che quest’uomo politico così coerente con l’impegno assunto, questo democratico sinceramente innamorato dell’America vissuta come cuore della democrazia, così in contraddizione con i tempi che corrono, meriti stima e rispetto. In un suo libro di parecchi anni fa aveva scritto: “Voglio essere sicuro che il giorno un cui dovessi sentire dentro di me che qualcosa si rompe, non rimarrò abbarbicato alla politica; non costituirò un peso per il mio paese, per il mio schieramento o per le idee che rappresento”. E’ stato coerente. Sarebbe bello se molti altri protagonisti della politica manifestassero la stessa sensibilità e la stessa linearità.

  3. Dopo una campagna elettorale condotta dal partito vicente all’insegna della sicurezza per i cittadini del nostro Paese e della interruzione del flusso immigratorio ci troviamo a dover discutere ogni giorno di reati in aumento: stupri, rapine, omicidi, extracomunitari a valanga con arrivi incontenibili. La degenerazione del principio di sicurezza agevola i gesti estremi di squadracce di persone esasperate che sfogano la loro rabbia sugli stranieri indipendentemente dalle colpe commesse. E il governo che fa? Propone, attraverso la voce di politici di primo piano, di autorizzare ronde di cittadini nelle città e minaccia la castrazione per i responsabili. Ma non abbiamo le forze dell’ordine? Purtroppo i custodi della nostra sicurezza si sono visti ridurre i fondi necessari per la loro operatività e sono costretti a limitare i loro interventi nel territorio. Tutto ciò è allucinante. Siamo un Paese civile. Chiediamo tutela, ma la vogliamo dalle forze di polizia, che vanno aumentate e messe in condizione di operare con la consueta efficienza.

  4. Le votazioni in Sardegna daranno nuovi spazi al partito delle libertà. E’ un cammino a tappe verso l’unanimismo in favore non di una ideologia condivisibile, ma della ricerca del partito unico, privo di opposizione, in grado di risolvere senza temporeggiare i problemi che investono il Paese. In che direzione stiamo andando? Verso la teoria dello Stato etico? Ma Giovanni Gentile aveva delineato uno Stato regolatore in grado di promuovere l’avanzamento sociale partendo dal lavoro, dall’ingegno, dalle iniziative produttive. Oggi la categoria messa in promozione è quella degli Yesmen, dell’esaltazione del capo, della difesa degli interessi di parte. E tutto questo è incluso in una parola mai usata così a sproposito: “libertà”

  5. Sino ad oggi siamo stati orgogliosi della nostra Costituzione repubblicana, che ripropone lo stato di diritto dopo la dura esperienza totalitaria. Anche all’estero la nostra carta costituzionale ha suscitato consensi ed elogi. Ora viene il Presidente del consiglio a sostenere che la costituzione è stata redatta con la presenza al tavolo costituente di forze ideologizzate che hanno guardato alla Costituzione sovietica come un modello. Ma allora non sappiamo leggere. Non ci siamo accorti di essere equiparati alla popolazione russa nel periodo dell’Unione Sovietica. Quindi persino le norme che regolano la Russia di Putin sono più democratiche di quelle vigenti in Italia. Siamo soltanto sudditi e non ce ne siamo accorti. Per fortuna che il nostro premier ha avuto il buon senso di svegliarci…

  6. Il terzo governo Berlusconi appare indirizzato verso la scelta di una repubblica presidenziale, unica forma di governo in grado di concentrare l’attenzione sulla figura del leader. Il pericolo è duplice: populismo e autoritarismo. Questo atteggiamento viene evidenziato dal continuo ricorso ai decreti legge allo scopo di neutralizzare la discussione nelle aule parlamentari. Gli elettori temono giustamente una revisione consistente dei principi costituzionali. L’opposizione in atto ha solo una funzione decorativa. La televisione pubblica e quella privata stanno smussando le differenziazioni e consordano nel mettere in evidenza unicamente gli atti di governo.

    1. Ciao salvatore francofè, ti ringrazio per aver condiviso con me e con i miei visitatori i tuoi pensieri riguardo la situazione che ci circonda.

  7. Non mi lascio incantare dal populismo, che nei fatti nasconde atteggiamenti autoritari. Credo nella democrazia reale, così come è stata delineata da Gaetano Salvemini. Spero che gli Italiani, dopo la festosa ubriacatura del 2008, scoprano i veri problemi che attanagliano il Paese in un periodo di crisi economica resa più fosca dalla recessione. Non prendo in considerazione quelli della sinistra estrema, chiusi entro schemi irrealizzabili, e guardo con diffidenza i movimenti integralisti di qualsiasi tipo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...