P2P BitTorrent HowTo – La Nuova Frontiera del Download

Cosa è?BitTorrent Network

BitTorrent è un protocollo di comunicazione p2p per il file sharing (condivisione). E’ un metodo per la distribuzione di grosse quantità dati.

Fu progettato ed ideato da Bram Cohen nell’aprile del 2001 e fu rilasciata la prima versione stabile nel luglio 2001.

Come Funziona Teoricamente?

Il Protocollo BitTorrent ha alla base due concetti fondamentali, il concetto di peer e di tracker. Il Peer è l’utente, colui che scambia dati, mentre invece il tracker è il server centrale che veicola e dirige lo scambio dei dati dalle diverse fonti verso le diverse destinazioni utilizzando un file chiamato torrent. Il Torrent è il nostro biglietto da visita che permette al tracker di capire di quale file abbiamo bisogno ed eventualmente se lo possiamo condividere in parte. Senza entrare in ulteriori dettagli tecnici da ora ci limiteremo a spiegarne l’utilizzo e le finalità.

Come lo Utilizzo?

L’utilizzo del protocollo BitTorrent è elementare e chiunque abbia un minimo di dimestichezza con la rete non avrà alcun problema.

Di cosa ho bisogno per Utilizzarlo e come faccio?

Per Utilizzare BitTorrent ho bisogno di installare un Client ovvero il programma che fisicamente ci permetterà di scaricare il file desiderato.

Purtroppo il Client da solo non è sufficiente; al contrario di molti altri programmi (vedi: kazaa, emule, DC++, etc..) BitTorrent NON ci permette di svolgere direttamente dal client la ricerca del file desiderato. Abbiamo quindi bisogno di una risorsa esterna che ci dia la possibilità di individuare i Torrent (i file in cui sono riportate le effettive posizioni dei dati) relativi al file cercato. Tale risorsa esterna è chiamata Torrent Finder (cliccare per vederne una lista).

Una volta installato il nostro client dovremo collegarci ad uno dei torrent finder (quello che preferiamo) e su questo dobbiamo digitare nel campo di ricerca il nome del file da scaricare. Ci comparirà (sempre che la ricerca dia dei risultati) una lista di file. Cliccando su questi partirà un download e ci troveremo in pochi attimi sul nostro computer un piccolo file con estensione .torrent

Questo file non è ancora il nostro file finale; ma non temete, ci siamo quasi. Basterà infatti cliccare due volte sul file .torrent che abbiamo appena scaricato per avviare il vero download. Il Nostro Client Torrent si avvierà automaticamente e non appena il file sarà disponibile vedrete la barra di avanzamento muoversi.

Riassumendo la procedura

Se non avete mai installato un client prima

  1. Scaricare un Client
  2. Installarlo

Se avete già installato un Client

  1. Collegarsi ad un torrent finder qualsiasi
  2. Digitare il nome del file cercato nel torrent finder
  3. Scaricare il file .torrent
  4. Cliccare due volte sul torrent per avviare il client con il download.
     

Problematiche

Il Download non parte: Se il download non parte questo può significare due cose. La prima possibilità è che non ci sia nessuna sorgente pronta a condividere il file inerente al torrent scaricato. La soluzione a questa eventualità è abbastanza semplice, scaricate un altro torrent. La seconda possibilità invece è che abbiate abilitato un firewall che non permette lo scambio del file, in questo caso dovrete disabilitare la protezione per far avviare il trasferimento.

Il Download Parte ma è lentissimo: La velocità di download dipende dal numero di nodi collegati al tracker che state utilizzando. Il Tracker dal canto suo utilizza il torrent per “scansionare” eventuali sorgenti da cui permettervi di scaricare, questo richiede tempo. Quindi anche se il download parte molto molto lento non perdete la fiducia e dategli qualche minuto (o poco più). Vedrete che la velocità aumenta con il passare del tempo.

BitTorrent e Legalità

BitTorrent è un protocollo di scambio file, e di per sè non è assolutamente illegale. Permette solo di scambiare file tra più computer. Ciò che può essere reato è l’oggetto dello scambio tra pc. Se il File che state scaricando è protetto da copyright allora commetterete un reato; se invece il file che scaricate è senza licenza propietaria allora è tutto perfettamente lecito.

Un Esempio Chiarificatore:

Se Scaricate un film senza averlo pagato (aver pagato i diritti) allora commetterete reato, indipendentemente dal modo in cui lo state copiando. Sia esso kazaa, emule, DC++ o la funzionalità copia/incolla di windows.

Se invece voleste passare un progetto scolastico/universitario ad un vostro compagno per farglielo vedere allora, qualsiasi mezzo scegliate, tutto è perfettamente lecito perchè siete voi a detenere i diritti di ciò che state scambiando.

Il protocollo BitTorrent ha in passato suscitato molte polemiche a causa della sua natura “distribuita” nella rete. Possono esistere diversi tracker e diversi peer, di cui spesso posizionati in zone geografiche in cui la legislazione non prevede nemmeno come reato la violazione del copyright eludendo così di fatto il potere di controllo che invece potrebbe venire esercitato nei paesi d’origine del file. D’altronde come spiegato prima non può essere in alcun modo considerato illegale l’utilizzo di Bit Torrent per sua stessa natura.

 
Annunci

4 pensieri riguardo “P2P BitTorrent HowTo – La Nuova Frontiera del Download”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...