“…quindi nessuno rinuncia al nucleare” (sicuri? In America rivalutano…)

Esplosione Nucleare

Il tg1 di merc. 16 marzo ore 20.30  ha terminato una notizia con “…quindi nessuno rinuncia al nucleare”, riferendosi ad alcuni responsabili internazionali (citato il presidente francese) che confermerebbero secondo la notizia fiducia alle centrali nucleari, basandosi sul fatto che quelle in Giappone sarebbero state strutture obsolete. Mentre in Italia sarebbero di nuova generazione (in Italia? Siam sicuri?).

In America, definita la situazione catastrofica,  valutano rischi del nucleare (Hillary Clinton).

Sicuri gli altri che il nucleare sia  in un sistema sicuro, non ancora rischioso?  In un Italia dove piove varie zone a distanza di 4 mesi dai danni precedenti creando danni peggiori? Con gli abitanti che giustamente protestano per le mancate misure di sicurezza… In una giornata nella quale le radiazioni in Giappone diventano sempre più forti e vari tentativi come usare un particolare idrante risultano non praticabili.

Con radiazioni definite “pericolose per la salute“.

Energie alternative no?

Fortunatamente è notizia dell’ultima ora che ci sia una attenta valutazione in corso…Dato che arrivano dal Giappone a tutt’oggi notizie di situazioni fuori controllo…Il Giappone riporta che la situazione è “catastrofica”, mentre da altri stati – come l’America – questa definizione viene considerata ottimistica

Buona vita…

Video relativo a esplosione centrale di Fukushima, fonte  YouReporter.it. Immagine di esplosione atomica di Wikimedia Commons.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...