Il pilota pentito di Hiroshima

Hiroshima_MondoliberoCominciò come volontario, non ancora venticinquenne era già maggiore. Guadagnò la medaglia più importante per piloti vivi: la Dinstinguished Flying Cross. Lui, Claude Eatherly comandante del B-29, addetto a controllare se le condizioni meteorologiche la mattina del 6 agosto del 1945 fossero ideali per il rilascio della bomba, era ignaro dell’inferno atomico che avrebbe scatenato.

Si sostiene infatti che neanche Eatherly conoscesse la potenza dell’ordigno e che ne rimase terrorizzato quando vide gli effetti che lo stesso provocò sulla città di Hiroshima. Mandò in fumo un futuro militare brillante quando al termine del secondo conflitto mondiale chiese il congedo e rifiutò la pensione che lo stato americano voleva offrirgli.

Il pilota pentito, così lo definirono, diventò col tempo nervoso, irascibile, sempre più magro mentre gli incubi di Hiroshima lo cullavano nella notte. Tentò più volte il suicidio, macchiò la propria fedina penale a causa di alcuni casi legati alla piccola criminalità. Dichiarato nel tempo malato mentale, più volte “soggiornò” nell’ospedale psichiatrico di Waco, divorzio dalla moglie e gli fu negata la possibilità di vedere i propri figli.

La serenità sembrò arrivare solo quando i superstiti di Hiroshima, risposero alla lettera di scuse che l’ex pilota, su consiglio dello scrittore tedesco Anders scrisse loro, in fondo anche loro sostenevano che l’aviatore era un’ennesima vittima di Hiroshima.
La fine per lui arrivò nel giugno del 1978.

Immagine articolo tratta da Wikipedia


Annunci

Pubblicato da

Francesca S.

“ Fate come gli alberi: cambiate le foglie e conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee ma conservate i vostri principi". Victor Hugo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...