“Noi”, bel romanzo di Walter Veltroni

Noi-Walter-Veltroni-MondolibroNella copertina un ragazzino, di spalle con in mano una macchina fotografica, con l’altra, sembra appoggiata ad una parete cercando di guardare “attraverso”.

E il romanzo “Noi“, edito dalla Rizzoli, è un “attraverso” di 4 storie che attraversano generazioni; un figlio Giovanni che poi diventa padre di Andrea, che avrà come figlio Luca che diventerà il padre di Nina, dell’ultima storia ambientata nel 2015.

Si va dagli anni della persecuzione agli ebrei e del nazismo ma “vicini” alla liberazione…agli anni del boom, al terremoto in Irpinia.

Come racconta in una registrazione audio Antonio Albanese sulle pagine del sito dedicato  al testo (dove trovate anche parti dello stesso, una letta da Albanese stesso), il libro si divide appunto in 4 stagioni, e racconta in dialoghi  ed eventi  delle generazioni di una famiglia e di un mondo in poco tempo (ma molto chiaramente). Nel sito del libro trovate alcuni dei brani musicali che caratterizzano le storie; il link al servizio esterno che permetteva di ascoltarle sembra non funzionare più, qui trovate link da me trovati sul servizio Grooveshark:

– Gino Bechi – La strada nel bosco
– Natalino Otto – Ho un sassolino nella scarpa

Gino Paoli – Sapore di sale
Nino Rota – Tema da Otto e mezzo
Ben E. King – Stand By Me
Adriano Celentano – Sei rimasta sola
Sergio Endrigo – Io che amo solo te

– Lucio Dalla – Cara
– Keith Carradine – I’m Easy
– Antonello Venditti – Modena
– Adriano Celentano – Una carezza in un pugno
– Lucio Battisti – Una giornata uggiosa
– Alan Sorrenti – Non so che darei
– Fabrizio De André – Canzone dell’amore perduto
– Claudio Baglioni – E tu…

– Gene Krupa and His Orchestra – Moonlight Serenade

Oltre 300 pagine che inizialmente mi avevano “preoccupato” (non leggevo libri da raggiungere 300 pagine da non so quanto tempo) ma poi mi sono ritrovato nel tipo di scrittura che conoscevo e l’ho letto e seguito in momenti di alcuni fine pomeriggio di questa settimana. Avevo già letto “La scoperta dell’alba” del 2006 e “Senza Patricio” del 2004; sia nella retro-copertina posteriore che nella pagina dedicata all’autore nel sito del libro sono indicati gli altri suoi testi principali.

Un romanzo che alza l’attenzione, secondo me, tra le altre cose…su quanto forte e tragica può essere la storia di una famiglia che superficialmente potrebbe sembrare diversa; come quel “Noi” che si scoprirà non ha solo il significato che sembra..

Ma non aggiungo altro, per non rischiare di falsarvi la lettura, se valuterete di farla; poi descrivere un libro così pieno di messaggi secondo me non è proprio facile e si rischia anche di essere banali, non chiari o troppo “soggettivi”.

Non ho ancora consigliato di leggerlo? Beh…lo faccio ora.

Buona lettura…e buona vita.

Sito Walter Veltroni Noi

 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...