Gino Paoli ospite a “Che tempo che fa” questa sera insieme a Raffaella Carrà, Paola Cortellesi…e altri


Questa sera Gino Paoli, in questo post il video della sua “Una lunga storia d’amore” tratto dal suo canale youtube, ospite insieme a Raffaella Carrà, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi  a “Che tempo che fa” come riportato dalla pagina Twitter del programma.

Il tutto dalle 20.35 di oggi domenica 14 aprile su Rai1.

Buona vita.

 

Ligabue ospite a “Che tempo che fa” questa sera – domenica 24 marzo – ore 20.35 Rai1


Ospite questa sera Ligabue su Rai1 a “Che tempo che fa”, come riportato tra le altre fonti dallo stesso canale twitter della trasmissione.

Tra gli ospiti anche Ramy e Adam, i due studenti presenti sul bus direttato e incendiato che con le loro telefonate hanno salvato loro ed i loro compagni.

Buona vita.

 

Cosa faresti se potessi vivere ancora un’ora e 32 minuti?


Questa domanda ci viene posta dall’interessante film “Momenti di trascurabile felicità” al cinema in questi giorni, con Pif.

Film di Daniele Duchetti, con oltre a Pif nel cast attori del calibro di  Renato Carpentieri.

Nel video, tratto dal canale youtube 01Distribution, il trailer. Come riportato in quest’ultimo, il film è liberamente tratto dai libri “Momenti di trascurabile felicità” e “Momenti di trascurabile infelicità”  di Francesco Piccolo, edito da Einaudi.

Abbastanza per valutare di andarlo a vedere…

“Ci stai provando?”

“…no!”

“…peccato.”

Buona vita.

Sciopero nei trasporti ven. 26 ottobre


Come riportato dal sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nella pagina periodicamente aggiornata per pubblica utilità, previsto a ora per ven. 26 uno sciopero generali in vari settori del trasporto pubblico e privato.

Da tenere d’occhio aggiornamenti e situazione per chi utilizza mezzi di trasporto non propri…

Buona vita.

 

Enrico Tassetti presenta oggi ven. 10 agosto il suo romanzo Arathia a Staffolo (AN)


 

Arathia_MondoliberoIl romanzo storico Arathia, ambientato nei luoghi del sisma, verrà presentato oggi a Staffolo (AN) alle ore 21.15 dall’autore Enrico Tassetti.

La presentazione avrà luogo nella Piazzetta antistante la Biblioteca Comunale “Corrado Danti” (in caso di maltempo il tutto si svolgerà all’interno della Biblioteca stessa).

Una bella iniziativa, sul territorio marchigiano. Dettagli nella locandina in questo articolo (click sulla stessa o qui per ingrandirla).

Buona vita.

Campionati europei volo libero in parapendio a Montalegre dal 16 al 28 luglio 2018


La squadra nazionale di volo libero in parapendio è prossima alla partenza per la 15.a edizione dei Campionati Europei della disciplina che si terranno a Montalegre, in Portogallo, dal 16 al 28 luglio.

Difficile il compito degli azzurri a partire dal riscatto dopo la pallida prova ai campionati del mondo dello scorso anno, quando la squadra non ha sfruttato il fattore campo, visto che si sono disputati nei cieli nostrani di Feltre. Subito dopo quello di battere i mostri francesi che da anni regnano incontrastati nei cieli. I piloti transalpini negli ultimi cinque campionati del mondo hanno vinto altrettante medaglie d’oro individuali maschili, due femminili e tre a squadra. Durante gli scorsi europei, dove l’Italia ha vinto una medaglia d’argento nell’individuale grazie a Joachim Oberhauser e quella di bronzo a squadre, i cugini d’oltralpe hanno riempito il sacco con tutte le medaglie d’oro e l’argento femminile.

Questi i convocati dal CT Alberto Castagna di Cologno Monzese: Silvia Buzzi Ferraris, milanese e fresca di titolo italiano, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano), Federico Nevastro (Padova), l’emiliano Michele Boschi, Marco Littamè (Torino), Alberto Vitale (Bologna) e, dalle pendici dell’Etna, Marco Busetta.

La cittadina di Montalegre è situata nel nord del Portogallo, nel distretto di Vila Real. Tutto intorno alte montagne, valli aperte e vaste pianure, sito di volo collaudato che ha già ospitato altri eventi internazionali. Dal decollo di Serra do Larouco a 1525 metri d’altitudine i piloti dirameranno lungo percorsi contrassegnati da punti salienti del territorio e, con condizioni del tempo favorevoli, voleranno anche per 100 km prima di raggiungere l’atterraggio.

Il titolo è assegnato in base ai risultati conseguiti da ciascun pilota nel corso di dieci voli, uno al giorno, meteo permettendo. Oltre 30 le nazioni europee partecipanti per un massimo di 150 piloti, numero dettato da ragioni organizzative e di sicurezza.

Autore:
Gustavo Vitali
Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 46578)
Sito: http://www.fivl.it
Cell.: 335 5852431
Skype: gustavo.vitali

Per maggiori informazioni:
Alberto Castagna
Mail: castagna (AT) telemako.it
Cell.: 348 7375753
Sito ufficiale e risultati: https://airtribune.com/europg2018/info

Foto articolo tratta da www.gustavovitali.it

Al via per 458 chilometri a piedi o in parapendio Ironfly Salewa 2018


Manca poco alla partenza della Ironfly Salewa 2018. Avverrà il 12 maggio da Lecco e terminerà il 19 a Suello nell’atterraggio del Parapendio Club Scurbatt organizzatore della manifestazione.

Sarà un’avventura di speed hiking, escursionismo veloce collegato al volo in parapendio, sulle orme della celebre X-Alps, maratona biennale che lo scorso anno sì è dipanata lungo l’arco alpino per oltre 1000 km. A Lecco ci si è accontentati di 458 in linea d’aria, molti di più nella sostanza.

Il percorso è contrassegnato da cinque turn point, detti anche boe, disseminati tra Lombardia e Piemonte che i piloti-atleti dovranno obbligatoriamente toccare prima di raggiungere il traguardo. Possibili sconfinamenti nei cieli e lungo sentieri elvetici. Il live tracking sorveglierà tramite GPS e permetterà di seguire la corsa in diretta.

Prima boa sul Monte Cornizzolo a 1040 metri d’altezza a sette chilometri dallo start di Lecco. D’obbligo la salita a piedi perché per decollare con un parapendio serve un leggero declivio montano e quello del Cornizzolo è ultra famoso tra gli appassionati. Da lì, meteo permettendo, i piloti tenteranno di volare per 124 km fino a Macugnaga sotto il Monte Rosa (4634 m) secondo punto di aggiramento. Chi non riuscirà dovrà vedersela con sentieri, strade e stradine oltre che con le proprie scarpe, cercando possibilmente un nuovo punto di decollo perché volare è più veloce che camminare. D’altra parte le regole dell’hike & fly sono poche e chiare. La principale recita che non sono ammessi altri mezzi di trasporto al di fuori del parapendio o delle gambe. Nel secondo caso in spalla la sacca contenente vela, selletta e tutta l’attrezzatura per il volo che non può essere portata altrimenti.

Dal Monte Rosa nuovo volo di 202 km verso Bormio (1217 m), poi altri 64 verso il Passo della Presolana (1289 m) e infine l’arrivo a Suello. Direzione di gara assicurata dal casertano Leone Antonio Pascale, un esperto di volo e escursionismo. Previsioni meteo a cura di Costantino Molteni di Airuno (Lecco).

Da sei nazioni i 27 iscritti: sedici italiani, quattro svizzeri, un belga e due a testa per Germania, Austria e Polonia, nazione che presenta anche l’unica quota rosa, Dominika Casieczko. Il più noto lo svizzero Christian Maurer che ha vinto la X-Alps cinque volte consecutive. Tra gli azzurri i trentini Aaron Durogati, due volte vincitore della coppa del mondo di parapendio, e Nicola Donini, classe 1996. Non sono ammessi piloti senza elevata esperienza di volo in parapendio e di montagna. Tutti avranno al seguito almeno un assistente, preziosissimo, con il compito di seguire l’atleta, suggerire il miglior percorso, provvedere alle sue esigenze. Il pilota può volare o camminare dalle 7 alle 20, salvo un solo giorno quando potrà continuare fino a mezzanotte, ma solo a piedi perché il volo libero è proibito senza la luce del sole.

Autore:
Gustavo Vitali
Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 46578)
Sito: http://www.fivl.it
Cell.: 335 5852431
Skype: gustavo.vitali

Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa Parapendio Club Scurbatt
mail: press.scurbatt (AT) gmail.com
Cell.: 348 4986243
sito ufficiale: http://ironfly.eu
pagina facebook: https://www.facebook.com/ironflycomp/

Foto articolo tratta da www.gustavovitali.it