Co | Te , un marchio italiano di moda da due ragazzi…


Buongiorno a tutti!!!!

Oggi vi voglio parlare di giovani fashion designer, mi sono piaciuti in particolare due ragazzi italiani, che hanno creato Co | Te, un marchio totalmente italiano, sto parlando di Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari.

Tutte e due si sono laureati presso l’Istituto Marangoni di Milano, ma si sono conosciuti una volta finita l’università, entrambi hanno lavorato per alcuni importanti designer, con il passare del tempo la loro amicizia è cresciuta, fino al punto in cui hanno deciso di creare un marchio insieme, da qui nasce Co | Te.

Uno stile giovanile, femminile, fresco, i tessuti usati per la creazione degli abiti sono ricercati e pregiati. Il significato del nome del loro marchio è PROTEZIONE, un tema che caratterizza la qualità del Made in Italy!! Il loro stile gioca sulla “Leggerezza dell’Essere”, ricorrendo a forme geometriche, stampe a palloncino e dettagli colorati. Il brand Co | Te è venduto in Italia a Milano da Spiga 2 e Dada Meeting Point, a Roma da Super e White Gallery, all’estero invece sono stati scelti da Harvey Nichols a Londra e tanti altri. Adoro le loro creazioni, adoro l’uso delle geometrie, le trovo molto all’avanguardia, femminili e ben curate. Ho voluto parlare di questi due ragazzi, del loro marchio e delle loro creazioni, perché a parer mio hanno talento, sono creativi, al passo con i tempi e hanno una grande forza di volontà!!!

Un bacio a tutti da Federica!

Autore: Federica Cristiano

Foto articolo tratta da dgvictims.com.
Annunci

Code, trecce e chignon: tre soluzioni per i capelli lunghi


Basta con i soliti capelli lunghi, adesso si da spazio a code, trecce e chignon di tutti i tipi.

Basta una semplice bandana, dalle fantasie eccentriche, per dare un tocco in più ai vostri capelli, cotonate le lunghezze e fissatele alla testa con delle forcine.

Non c’è bisogno di fare delle pettinature da parrucchieri professionisti, il bello di questa tendenza, è che i capelli devono sembrare spettinati. Per una treccia casual, senza pettinarvi, fatene una grossa al centro, due piccole ai lati, raccoglietele con delle forcine ed il gioco è fatto!!!!

Mentre la treccia che scende di lato, è riservata a chi c’ha i capelli scalati e lisci.

Il prodotto must, per realizzare queste acconciature è lo shampoo secco; controlla i volumi, va applicato a testa in giù.

Piccolo consiglio: mollette, fasce, cerchietti, si scelgono in base al colore dei capelli:

1) Biondo: bianco,giallo o nuance pastello
2) Rosso: nero, oro
3) Castano: toni fluo
4) Moro: nero, argento, oro e un tocco di rosso

Un Bacio a tutti e fatemi sapere cosa ne pensate!!!! 🙂

Autore: Federica Cristiano

Foto articolo tratta da MBJ – Lifestyle Magazine

La Moda Non è Superficiale


Abitando in una grande città come Milano si ha la possibilità di entrare in contatto con realtà molto diverse tra loro, di osservarle e sentirle vivere. Si incontrano persone di ogni ceto e dalle idee più svariate. Realtà opposte che però si sfiorano soltanto nella maggior parte dei casi. Si, dico nella maggior parte dei casi perchè solo pochi si fermano per conoscere, per confrontarsi con ciò che ritengono al di fuori del loro essere.

Questo continuo camminare parallelamente crea pregiudizi e categorie che ormai affollano la nostra società. Tra le tante che ho potuto osservare vorrei citare quella che più è affine con il tema della mia rubrica; vorrei sfatare il mito che la moda sia un interesse di poco valore. Questa idea è purtroppo molto presente tra alcune categorie di giovani.

Moda Superficiale

C’è la tendenza in molta gente ad associare l’interesse per la moda a persone snob e appartenenti a ceti alti ma non ci si rende conto che la moda è ben altro. La moda nasce per le strade, dall’osservazione attenta delle persone; è dallo scontro tra le realtà più diverse che si scatena quella creatività al quale l’artista dà vita nel modo che più gli piace, è uno studio del dettaglio. La moda non è una questione di ceto, nè di superficialità. La moda è un mezzo per esprimere la propria personalità, ogni stile diventa personale quando esprime un modo di sentirsi e di essere, anche di un momento, la moda la fa ogni singola persona (entrerò in dettaglio nei prossimi articoli).
Vorrei concludere dicendo che lo sfogliare riviste di moda, il fermarsi a guardare le vetrine o il parlare di nuove tendenze può essere un semplice passatempo come un altro, una maniera per svagare la mente; non denota certo superficialità in chi lo pratica. Il superficiale è chi si ferma all’apparenza e rimane fermo nel suo giudizio qualunquista. E’ con questa idea, e con il richiamo al titolo del mio articolo precedente, la moda a modo mio, che voglio dare il via a questa rubrica.

 

La Moda..a Modo mio


Stefania StellinaCiao a tutti! Ormai ci conosciamo già…sono sempre io Stefania detta Stellina. Vi avevo annunciato che avrei dato vita ad una rubrica…ed eccola qua!! In questo primo articolo vi introdurrò l’argomento che ho scelto per la mia rubrica: la moda. Perchè proprio la moda vi starete chiedendo, ve lo spiego subito. Ho pensato che l’argomento sarebbe dovuto essere interessante per me che l’avrei trattato e avrebbe dovuto darmi la possibilità di esprimere un pò delle mie idee e della mia creatività.
Attraverso la mia rubrica vorrei cercare di comunicare la moda dal mio punto di vista; il concetto e i suoi diversi modi di esprimere sentimenti e personalità. Inizierei dicendo che un altro dei motivi per il quale ho scelto il tema della moda è che ritengo sia spesso sottovalutata e ridotta ai minimi termini da alcune persone. Parlando con ragazzi e ragazze ho notato che la visione che prevale è che la moda sia solo ciò che si vede nelle vetrine delle vie lussuose delle città, ciò che viene prodotto dalle grandi marche.

Moda Creativa

Per me la moda è altro: è l’espressione di un sentimento interiore, della fantasia di colui che le dà vita e le permette di prendere forma. La moda è arte.
Questi sono concetti che riprenderò nel corso della rubrica e che mi preoccuperò di trattare in modo più ampio; inoltre parlerò delle tendenze sempre nuove della moda, quindi del suo cambiare ma anche del suo restare sempre uguale nello scopo…ossia esprimere una sorta di creatività interiore.
Avremo modo anche di trattare la moda come fattore sociale: le varie mode che si distinguono tra i giovani costituiscono un fenomeno sociale e sono sempre espressione di un particolar modo di sentirsi, di un’ ideologia, talvolta politica, nella quale molti tendono ad identificarsi.
La moda con le sue tendenze e le sue diverse sfaccettature saranno da me affrontate in questa rubrica. Certamente le mie idee non saranno condivise da tutti e io sarò contenta di leggere i vostri commenti e le vostre opinioni, ma anche di darvi consigli sulle ultime tendenze in fatto di abbigliamento e look.
Bene a questo punto non possi che augurarvi buona lettura.