Una settimana di concerti sulla neve


Alpe di SiusiNel cuore delle Dolomiti, a più di 2000 metri, amplificato dall’azzurro che sovrasta montagne rosa incantate, proprio là sulle vette, dove il suono non ha limiti di barriere, accompagnato dal fruscio della neve, ecco che incanta il sound di una “jam session sulla neve”. Swing on Snow, giunge alla sua quinta edizione dal 24 al 31 gennaio 2010, un festival che echeggerà per tutta l’ Alpe di Siusi (BZ) dalle piste ai rifugi di giorno e nei locali più caratteristici durante la notte. Un evento che stupisce e diverte attirando numerosi visitatori dall’Italia e dall’estero, perché una settimana bianca così può succedere solo una volta all’anno. Si susseguiranno nove gruppi musicali in ben 21 appuntamenti, tra folk, jazz, soul, pop e musica classica per un pentagramma di note tradizionali e improvvisate.

Direttore artistico del programma è Hartwig Mumelter con la sua grande esperienza musicale, compositore per passione, che vuole accendere i riflettori sulla musica folk come simbolo di una popolazione e anche per questa edizione, l’attenzione sarà rivolta in particolare a proporre la più ampia varietà possibile di stili. A esibirsi sul palco naturale dell’ Alpe di Siusi saranno il fascino femminile e la creatività artistica delle austriache Velvet Voices, il suono originale de Le Rounder Girl tre cantanti provenienti da Austria, New York e Londra accompagnate al piano da Mario Pecoraio, la vivacità del funk dei Fei Scho, e poi i Gimpl, la musica popolare di cornamusa, tuba e concertina dei Titlá, la tradizone dei Ziganoff, creeranno invece l’emozione di un contrasto i toni mediterranei e suoni orientali di fisarmonica e canto, con blues, swing, klezmer, ska e il tango sulla neve dei Rhythm Gitane, per finire l’ensemble di archi dei Netnakisum.

L’Alpe di Siusi offre proposte di soggiorno per tutte le tasche a partire da 60,00 € a persona al giorno in hotel quattro stelle, 35,00 € per hotel tre stelle fino a garni da 23,00 € per persona al giorno.

Per informazioni:

Alpe di Siusi Marketing
Tel: 0471.709600
E-mail: info@alpedisiusi.info
Sito Web: www.alpedisiusi.info

Treni in ritardo…


Ferrovia e ritardiPrendendo il treno può – ebbene si – capitare di percorrere circa 50 chilometri in 4 ore.

E’ quello che riporta questo articolo del Corriere Adriatico di oggi (19/12/2009 n.d.r.), insieme a tante vicissitudini capitate a pendolari prendendo treni “non ad alta velocità” , con biglietterie sempre chiuse e con orario fuori dell’orario di lavoro che vanno al di fuori dei soliti ritardi entro i 15 minuti citati all’inizio dell’articolo e ai quali erano abituati ma che ora si sono intensificati in frequenza e grandezza.

Ho sempre sostenuto che è umano che si comprenda le cose solo vivendole; se qualche responsabile/funzionario (di gestione o controllo) prendesse i treni locali negli orari usati dai pendolari… per 1-2 settimane per capire?

Buona vita

Vacanze verdi sulla neve


Kinderland Re LaurinoDivertirsi sulla neve in un clima salubre, lontano dall’inquinamento, immersi in paesaggi incontaminati. La montagna in inverno è la vacanza ideale per tutte le famiglie: per i genitori che hanno la garanzia di un ambiente sano, per i bambini che possono vivere a contatto con la natura, imparare a conoscerla e a rispettarla. E’ una garanzia Alpine Pearls, l’associazione transnazionale, che unisce 21 località dell’arco alpino accomunate dalla stessa filosofia: promuovere un turismo eco sostenibile nel rispetto dell’ambiente. Scegliere una di queste località significa voler vivere una vacanza in un ambiente salutare, ma anche ricco di proposte con impianti all’avanguardia e divertenti attività per i bambini. Dedicato a loro lo Ski Tour “Re Laurino”, tra le montagne del Rosengarten- Latemar, dove lo skipass è in omaggio per bambini fino a 8 anni e ci sono riduzioni per i ragazzi fino a 16 anni. Chi si avventura in Val di Funes potrà visitare la nuova Casa della Natura all’interno del Parco Naturale Puez-Odle, mentre Forni, nelle Dolomiti Friulane propone il Fanatsy Snow Park. Racines è il luogo ideale per i piccoli che si avvicinano allo sci; a Interlaken, in Svizzera, il sabato sci gratis per il bambini. Il 12 gennaio 2010 a Les Gets un curioso appuntamento con “La Grande Odyssée”, gara di cani da slitta con i migliori conduttori del mondo.

Il natale a Tirolo


Natale a TiroloNasce un nuovo mercatino di Natale a Tirolo, incantevole località situata ad appena 4 km da Merano. Una proposta alternativa, dove le classiche bancarelle lasciano il posto agli antichi mestieri e alle specialità tirolesi, due giorni di festa accompagnati da concerti e attività dedicate ai più piccoli, tra cui una piccola fattoria di animali. Ma c’è un’altra cosa che contraddistingue il mercatino di Natale di Tirolo e che lo rende diverso da tutti gli altri: la location. Sarà infatti Castel Tirolo, con la corte interna e le sue sale, la cornice spettacolare dell’evento.
Dal centro di Tirolo si prende la strada che conduce a Castel Tirolo, la Via del Castello appunto. Una passeggiata, questa, tra le più suggestive, con una vista spettacolare sulla vallata, su Castel Tirolo, e ancor prima su Castel Fontana.
Già da qui si pregusta una magica atmosfera, che raggiunge l’apice quando, oltrepassato un antico tunnel del 1600, si raggiunge Castel Tirolo. Mirabile esempio di architettura medievale, il castello accoglie i visitatori nella corte, che sabato 19 e domenica 20 dicembre 2009 sarà allestita per il Mercatino di Natale, in un contesto di mura e torri che richiamano tempi passati. Da un lato le contadine della Val d’Ultimo presenteranno antichi mestieri come l’arte dell’intreccio, la lavorazione del feltro e della ceramica, con la possibilità di acquistare prodotti artigianali di prestigio e miele genuino, dall’altro gli animali della fattoria faranno sorridere i bambini. A deliziare il palato ci saranno specialità tirolesi come la zuppa d’orzo, maialino da latte, salsiccia contadina e carne di maiale affumicata con crauti, pane contadino appena sfornato, krapfen, strudel di mele, mele al forno, biscotti, vin brulè e caldarroste.

Alpine Pearls. Vacanze sulla neve in mobilità dolce per sciare, slittare e rilassarsi nelle località termali.


Rigenerarsi ad alta quota strizzando l’occhio all’ecologia. E’ il binomio delle località Alpine Pearls per la stagione invernale. Tra le vette incontaminate delle località alpine dell’associazione che promuove le vacanze eco sostenibili le giornate sugli sci sono affiancate da momenti di relax. Dopo una giornata sulla neve non c’è niente di meglio di un tuffo alle terme: a Bad Reichenhall o Berchtesgaden in Germania, dove con il biglietto delle terme si viaggia gratuitamente su tutti i mezzi pubblici, a Mallnitz in Austria per provare il Powder Wellness, a Bled in Slovenia.

Bad Reichenhall e Berchtesgaden – Adagiata tra le più belle montagne della Germania si trova Bad Reichenhall, nota stazione di cura con acque saline delle Alpi. Grazie al suo carattere alpino e alle cure con mezzi naturali, a Bad Reichenhall è stato conferito per primo in Germania il marchio “Alpine Wellness”. In inverno Bad Reichenhall diventa il luogo ideale per divertirsi con gli sport sulla neve sulle piste del Predigtstuhl e poi rilassarsi. Una vacanza di benessere, dove al salubre clima alpino si uniscono i tesori naturali, il salgemma alpino, le acque saline, il laist e il pino mugo. Le giornate a Bad Reichenhall trascorrono veloci tra le tante offerte: sci di fondo, escursioni, pattinaggio su ghiaccio, curling. Un’esperienza da non perdere è la salita con la funivia “Predigtstuhlbahn”, la più vecchia funivia del mondo, con le sue cabine ancora originali, che in soli 8 minuti porta a 1.600 metri.Poco lontano Berchtesgaden, con le sue piste curate alla perfezione, che offrono attrazioni particolari come l’area Gutshof sull’Obersalzberg, adatta a tutta la famiglia. Per chi preferisce riposare e ritrovare le energie ci sono le terme Watzmann, eden termale , centro benessere di circa 900 m², con piscine d’acqua salina, grotte terapeutiche di salgemma e un ampio reparto saune. Il posto che tutti sognano dopo una giornata in mezzo alla neve. Con il biglietto delle terme della regione Bechtesgaden-Konigssee ci si può spostare gratuitamente su tutti i mezzi pubblici della regione, fino a Bad Reichenhall e con un piccolo sovrapprezzo si può raggiungere Salisburgo.
Le Terme Slovene di Bled – L’inverno dona a Bled una bellezza particolare. Il castello e l’isola innevati, chilometri di stradine imbiancate dove passeggiare e ammirare un panorama naturale sorprendente. Chi vuole farsi una bella sciata, può scegliere tra i comprensori di Vogel, Krvavec e Kranjska Gora (transfer incluso), per poi rilassarsi alla sera al tepore delle terme. Le fonti termali sono convogliate in tre piscine dell’albergo Grand Hotel Toplice e degli alberghi Park e Golf, dove l’acqua viene ulteriormente riscaldata in modo da rendere possibile, oltre che una piacevole balneazione, anche la cura di malattie, come stress, tensione, esaurimento, difficoltà neurovegetative e disfunzioni dovute all’età.