Nel 1827 – il 26 marzo – moriva Ludwig Van Beethoven


Questo video del canale youtube Ability Channel  sopra riportato sintetizza alcuni punti della vita compositore Ludwig Van Beethoven morto a 56 anni il 26 marzo del 1827; della sua storia tra gli altri aspetti – come la progressiva sordità che gli creò comprensibili crescenti difficoltà – mi ha sempre colpito il significato del suo cognome: “dall’orto delle barbabietole”.

Moltissimi i pezzi da lui scritti; tra quelli che preferisco da sempre “Moonlight (o “Alla luna”),  “Per Elisa”, e diverse alcune sinfonie, alcune delle quali sono accennate in questo video del canale youtube Il colore dei pensieri sotto riportato:

In quest’altro video, ad esempio, una bella interpretazione dell’Adagio Cantabile dalla Sonata Pathétique No. 8, op. 13 di Yundi.

Brani come “Moonlight” sono stati anche rielaborati-riarrangiati da artisti nel tempo, ad esempio da “The Piano Guys” come riportato in questo precedente articolo.

Approfondimenti – che vi consiglio – sui numerosi testi, come “Beethoven e il suo Tempo” di Carl Dahlhaus, sui numerosi libri disponibili su Biblioteche (il catalogo nazionale SBN ne riporta ad oggi 6819 con il suo nome nel titolo) e librerie…e su pagine come quella dedicata da Wikipedia.

Buona vita.

Annunci

ThePianoGuys e Beethoven ma non solo…


Certamente non è di oggi la mia passione per brani di Ludwig Van Beethoven come Moonlight. Alcuni giorni fa di questo brano ho visto la versione “ispirata dallo stesso” di “ThePianoGuys” dal video sopra riportato. Oggi facevo caso che in più momenti di questa giornata mi son ritrovato a canticchiare questa versione “moderna”…segno, a mio parere…che tanto male non è (ma questo già l’avevo notato, in realtà).

ThePianoGuys hanno nel tempo interpretato vari brani, tra i quali mi ha ad esempio colpito anche questo Waterfall: 

Stessa cosa posso dire ad esempio per questa versione di Mission Impossible.

Buona vita.