Alonso, il suo secondo posto a Budapest…e i 2 progetti Ferrari (e se volete rivederla…)


James Allison (Direzione tecnica Scuderia Ferrari) 5 giorni fa in questo video del Canale ufficiale youtube del “cavallino rosso” parlava dei 2 progetti Ferrari, la nuova macchina 2015 e questa stagione.

Chi ha visto la gara di ieri di Budapest, combattuta oltre ogni previsione, probabilmente sorriderà alla sue parole (che in modo evidente sono state applicate. Alonso infatti è arrivato ieri al secondo posto preceduto da Daniel Ricciardo. Dietro di lui Lewis Hamilton.

Bello vederlo al secondo posto del Gran Premio d’Ungheria. Speriamo davvero per le prossime gare della rossa…

Ah…se volete rivederla…è su Rai.tv gratuitamente.

Buona vita.

- Video tratto dal Canale Youtube Ferrari
 

Sulle rotte del grifone in deltaplano e parapendio


E’ stata pubblicata in internet l’anteprima (trailer) di un documentario naturalistico e sportivo che presenta al pubblico la vita di una specie maestosa di rapaci, i grifoni europei, in maniera assolutamente inedita ed innovativa, cioè ripresi dal deltaplano o dal parapendio.

Questi due mezzi di volo libero sono la chiave interpretativa per scoprire il mondo aereo di questi uccelli che raggiungono un’apertura alare di 2,8 metri. Il progetto si propone di salvaguardare la specie facendola conoscere ad un pubblico vasto e valorizzare un bene naturale dei nostri territori. I piloti di deltaplano e parapendio hanno il privilegio di condividere con gli uccelli il medesimo ambiente e lo stesso metodo di volo, decollando da un pendio montano, volteggiando sopra le creste, planando nell’aria o volando per centinaia di chilometri. Il tutto in modo ecologico, senza rumore di motori, guadagnando quota trasportati dalle masse d’aria ascensionali create dall’irraggiamento solare del suolo, le cosiddette termiche. Il pilota di volo libero è, quindi, in grado di avvicinare e farsi avvicinare dai volatili che lo riconoscono come loro simile. Entrambi sono inseriti in modo naturale nello stesso ambiente e sottostanno ad identiche leggi nell’affrontare il volo.

Promotore dell’interessante iniziativa è il triestino Davide Finzi Carraro, quarant’anni, da ventidue pilota di deltaplano e parapendio, membro dell’associazione Ali Libere di Gemona del Friuli (Udine), nella vita progettista di droni. I grifoni sono di casa in un triangolo che va dalla riserva naturale del Cornino, dall’omonimo lago, dove già da anni è in corso un progetto di conservazione e reintroduzione della specie, passando da Tolmin in Slovenia, fino all’isola di Cherso in Croazia. In questo vasto territorio il deltaplano di Davide Carraro segue il volo dei grifoni allo stato selvaggio, percorre in formazione con i rapaci lunghi tratti delle loro rotte migratorie, ed il pilota li osserva da un punto di vista privilegiato, ala ad ala. Questo stretto contatto in volo, con l’ausilio dell’interpretazione del pilota, consente di seguire e riprendere gli uccelli veleggiatori in un modo che altrimenti non sarebbe possibile e può dare ai ricercatori informazioni e spunti per studiarne il comportamento e l’intelligenza.

Il documentario ci dice che l’avventura è sopra le nostre teste, a portata di mano, basta alzare lo sguardo. Seguendo il volo dei grifoni, il filmato descrive il loro modo di vivere, di interpretare l’aria, di saper scegliere dove andare e perché. Oltre al seguito di questa straordinaria avventura, Davide Finzi Carraro pensa di organizzare degli “Air Safari”, cioè portare con lui in volo studiosi e turisti che vogliono condividere l’esperienza insieme ai grifoni.

Autore: Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio
Sito: http://www.fivl.it
Cell.: 335 5852431
Skype: gustavo.vitali
Sito: http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/grifoni-21-07-14.html

Per ulteriori informazioni:
Davide Finzi Carraro -
Mail: dcf (AT) alpeadriaflights.net
Cell.: 347 3200830
Sito ufficiale: http://documentary.alpeadriaflights.net/
Pagina facebook: https://www.facebook.com/davidedcf

 

“Noi”, bel romanzo di Walter Veltroni


Noi-Walter-Veltroni-MondolibroNella copertina un ragazzino, di spalle con in mano una macchina fotografica, con l’altra, sembra appoggiata ad una parete cercando di guardare “attraverso”.

E il romanzo “Noi“, edito dalla Rizzoli, è un “attraverso” di 4 storie che attraversano generazioni; un figlio Giovanni che poi diventa padre di Andrea, che avrà come figlio Luca che diventerà il padre di Nina, dell’ultima storia ambientata nel 2015.

Si va dagli anni della persecuzione agli ebrei e del nazismo ma “vicini” alla liberazione…agli anni del boom, al terremoto in Irpinia.

Come racconta in una registrazione audio Antonio Albanese sulle pagine del sito dedicato  al testo (dove trovate anche parti dello stesso, una letta da Albanese stesso), il libro si divide appunto in 4 stagioni, e racconta in dialoghi  ed eventi  delle generazioni di una famiglia e di un mondo in poco tempo (ma molto chiaramente). Nel sito del libro trovate alcuni dei brani musicali che caratterizzano le storie; il link al servizio esterno che permetteva di ascoltarle sembra non funzionare più, qui trovate link da me trovati sul servizio Grooveshark:

Gino Bechi – La strada nel bosco
– Natalino Otto – Ho un sassolino nella scarpa

- Gino Paoli – Sapore di sale
Nino Rota – Tema da Otto e mezzo
Ben E. King – Stand By Me
Adriano Celentano – Sei rimasta sola
Sergio Endrigo – Io che amo solo te

Lucio Dalla – Cara
– Keith Carradine – I’m Easy
– Antonello Venditti – Modena
– Adriano Celentano – Una carezza in un pugno
– Lucio Battisti – Una giornata uggiosa
– Alan Sorrenti – Non so che darei
– Fabrizio De André – Canzone dell’amore perduto
– Claudio Baglioni – E tu…

Gene Krupa and His Orchestra – Moonlight Serenade

Oltre 300 pagine che inizialmente mi avevano “preoccupato” (non leggevo libri da raggiungere 300 pagine da non so quanto tempo) ma poi mi sono ritrovato nel tipo di scrittura che conoscevo e l’ho letto e seguito in momenti di alcuni fine pomeriggio di questa settimana. Avevo già letto “La scoperta dell’alba” del 2006 e “Senza Patricio” del 2004; sia nella retro-copertina posteriore che nella pagina dedicata all’autore nel sito del libro sono indicati gli altri suoi testi principali.

Un romanzo che alza l’attenzione, secondo me, tra le altre cose…su quanto forte e tragica può essere la storia di una famiglia che superficialmente potrebbe sembrare diversa; come quel “Noi” che si scoprirà non ha solo il significato che sembra..

Ma non aggiungo altro, per non rischiare di falsarvi la lettura, se valuterete di farla; poi descrivere un libro così pieno di messaggi secondo me non è proprio facile e si rischia anche di essere banali, non chiari o troppo “soggettivi”.

Non ho ancora consigliato di leggerlo? Beh…lo faccio ora.

Buona lettura…e buona vita.

- Sito Walter Veltroni Noi

 

Erano bambini (editoriale “Basta” di Massimo Gramellini – da La Stampa 17 luglio 2014)


A me non interessa se erano israeliani o palestinesi. A me interessa che erano bambini. Bambini che stavano giocando a pallone sulla spiaggia. Il primo missile li ha sorvolati, lasciandoli increduli. Possibile che la guerra potesse ruggire proprio lì, tra gli alberghi e i capanni del lungomare? Sono scappati col pallone sotto l’ascella. Qualcuno è corso verso un gruppo di giornalisti stranieri appena usciti da un hotel. Qualcun altro si è rifugiato dentro un capanno, nell’illusione che al riparo di un tetto il male sparisse o facesse meno danni. È a quel punto che il secondo missile li ha colpiti. Sono morti in quattro, tutti della stessa famiglia. Il più piccolo aveva nove anni. Il più grande dodici. I feriti perdevano sangue dalla testa e si tenevano le mani sullo stomaco, urlando di spavento e di dolore.

Immaginate i parenti di quei piccoli, l’odio senza tempo che da oggi germinerà nei loro cuori. A me non interessa più capire questa guerra, distinguere tra atti bellici e atti terroristici, soppesare i torti e le ragioni. A me interessano quei quattro bambini. E i tre adolescenti della parte opposta uccisi a freddo nei giorni scorsi. La mattanza di futuro ha raggiunto ritmi insostenibili persino per un mondo in overdose perenne d’indignazione come il nostro. Nel tentativo di dare almeno una forma all’orrore, scrivo i nomi delle sette vittime, senz’altra distinzione che non sia la loro comune appartenenza alla razza umana: Eyal Yifrah, 19 anni, Gilad Shaar (16), Naftali Fraenkel (16), Ramez Bakr (11), Ahed Bakr (10), Zakaria Bakr (10), Mohammad Bakr (9). Nove anni. Scrivo i loro nomi e urlo il mio infantile, inutile, definitivo: basta.

di Massimo Gramellini

Pubblicato su Vari. Leave a Comment »

Presentazione italiana del Tablet Android Acer Iconia Tab 8 da Eeevolution.it


Dal sito Eeevolution.it l’interessante presentazione italiana del Tablet Android Acer Iconia Tab 8 (A1-840). Disponibile anche la pagina informativa sempre sul Sito Eeevolution.it.

Filmato di pochi secondi…ma sembra proprio di vedere il classico buon design dei prodotti Acer, unitamente a caratteristiche di rilievo come la micro-hdmi presente come uscita video, 16 GB di memoria interna,  lo slot per  microSD e 2 GB di Ram come riportano dal sito e nel video.

Ma vi lascio appunto alla breve video-presentazione.

Buona vita.

Sul canale youtube di Aldo Giovanni e Giacomo 3 loro film gratis fino al 20 luglio 2014


Chiedimi se sono felice (sopra mostrato), Tre uomini e una gamba e Così è la vita  disponibili gratuitamente sul Canale ufficiale Youtube di Aldo Giovanni e Giacomo, dal 18 al 20 luglio 2014.

Consigliabile anche se già non fatto iscriversi al loro canale youtube, per eventuali novità future…

Buona visione…e buona vita.

Iniziata la distribuzione di Windows Phone 8.1 da parte di Nokia


Avevamo già parlato di nuove possibilità permesse dal nuovo Windows Phone 8.1, come la possibilità dell’utilizzo efficace della App Files (nuovo File Manager di Windows Phone) (installabile con la 8.1)e delle altre possibilità permesse dalla nuova versione di questo pratico sistema operativo.

Da non dimenticare ad esempio la nuova funzionalità swipe della tastiera:

Come comunicato dal noto Blog Plaffo Nokia ha iniziato la distribuzione sui suoi dispositivi, insieme al nuovo firmware Cyan.

Le migliori nuove funzioni secondo me?

  • La swipe keyboard sopra mostrata
  • la possibilità dal Sensore memoria di spostare App già installate su SD (praticamente inserendo ad oggi una micro SD da 32 GB anche con qualche decina di App fine dei problemi di memoria)
  • l’assistente Vocale Cortana, che contiene al suo interno anche un efficacissimo riconoscitore di musica/brani musicali e con un riconoscimento vocale degno di questo nome, secondo me…

Ad ora in distribuzione per quasi tutti i modelli, in Italia.

Vivamente consigliato agli utilizzatori di Windows Phone 8…e a chi non lo conosce ancora.

Buona vita.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 71 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: