Neve in Italia in questa terza settimana di gennaio con ciclone chiamato “Morgana”


Previsione_16_gennaio_2013_ilmeteoit_MondoliberoA quasi un anno di distanza dai “giorni della merla” del 2012 contraddistinti dalle basse temperature (per giorni della merla si intendo generalmente i giorni più freddi dell’anno nel periodo 29-31 di gennaio) e come avvenuto poi lo scorso febbraio, anche in questo gennaio 2013 arrivano perturbazioni particolarmente fredde in Italia.

Come riportato da ilmeteo.it e su sito Aeronautica Militare viene prevista neve in vari punti d’Italia (principalmente al nord e poi al centro).

Per il centro dovrebbe essere coinvolta la città di Roma e ad ora buona parte dell’Italia centrale.

Considerando sempre che le previsioni – come tali – possono sensibilmente cambiare quelle effettuate oltre le 24-48 ore (delle novità ad ora sembrano emergere nella permanenza della perturbazione sabato e domenica) da considerare i soliti consigli validi nelle zone critiche ma che mi sento di consigliare anche per le aree “a rischio”:

  • catena a bordo si, ma essere in grado anche di montarle;
  • valutate sforzi con pala o carichi di neve, se non siete sicurissimi della vostra salute e se non siete abituati ad una costante e intensa attività fisica;
  • valutate mezzi pubblici ove possibile. Da considerare che FS ha comunicato possibili variazioni negli orari/orari speciali a fronte di problemi meteo;
  • evitate di spostarvi con il proprio mezzo se non indispensabile; specialmente con molta neve la pulizia delle strade può essere difficoltosa e deve comprensibilmente dare priorità a percorsi di mezzi pubblici o critici;  tanta attenzione (anche a piedi) al possibile ghiaccio sempre;
  •  non sottovalutate le basse temperature.

Buona vita.

Immagine articolo tratta da previsione ilmeteo.it ad oggi (valgono le considerazioni riportate in articolo)

Nuovamente tanta neve nel fine settimana con il Blizzard nel centro-sud; 1 metro nelle marche…


Si chiama Blizzard, è caratterizzato da venti forti portando intense nevicate e  freddo (-10 gradi), e nelle prossime ore incrocerà le nostre regioni, quanto meno come previsione  fino a domenica.

Tutto questo a pochissimo tempo dai “giorni della merla” che già si erano tanto fatti sentire nel nostro paese con il Buran passato nelle nostre regioni  (italianizzato da molti in “Burian).

Già l’Ansa parla ad esempio nelle marche di previste nevicate già questa notte e a partire invece da domani sera si cita fino a 1 metro di ulteriore neve  (rispetto a quella già esistente in questi giorni).

Ma sono coinvolte altre regioni, come l’Emilia Romagna, l’Umbria, il Lazio, la Toscana e da come si vede dalla stima di ilmeteo.it riportata in quest’articolo si prevede in buona parte del centro-sud ma anche in alcune zone del nord; si parla di veri e propri temporali di neve.

A Bologna ad esempio si sconsiglia di uscire tra le 12 di domani e le 17 di sabato 11.

Anche su meteo.it e su sito Aeronautica Militare viene prevista neve in particolar modo nel centro sud per i prossimi 2 giorni.

Avendone vista tanta in questi giorni mi vengono in mente alcune informazioni che vorrei condividere con voi:

– catena a bordo si, ma come giustamente si sente dire tanto in questi giorni essere in grado anche di montarle;
valutate sforzi con pala o carichi di neve, se non siete sicurissimi della vostra salute e se non siete abituati ad una costante e intensa attività fisica;
– valutate mezzi pubblici ove possibile. Da considerare che FS ha comunicato che alcune linee ferroviarie definite  secondarie verranno chiuse domani, ma si confida nella restante rete ferroviaria e di mezzi pubblici;
– evitate di spostarvi con il proprio mezzo se non indispensabile; specialmente con molta neve la pulizia delle strade può essere difficoltosa e deve comprensibilmente dare priorità a percorsi di mezzi pubblici o critici;
– tanta attenzione (anche a piedi) al possibile ghiaccio sempre;
– non sottovalutate le basse temperature.

Buona vita

Immagine tratta da http://www.ilmeteo.it

I giorni della merla hanno portato neve e gelo…e come previsto torniamo sull’argomento freddo…


Avevamo già parlato dei “giorni della merla” (fine gennaio, i  giorni definiti i più freddi dell’anno); come promesso torniamo su previsioni e situazione. Alla fine di gennaio ha fatto immediato seguito un’ondata di neve e gelo di questi primi giorni di febbraio.

Negli ultimi giorni la neve è scesa su regioni del centro nord come le Marche, l’Umbria, la Toscana, l’Abruzzo (qui a sinistra vedete una foto Ansa di Chieti), l’Emilia Romagna, il Veneto e altre come il Lazio dove il bianco ha coperto anche le strade di Roma (superficialmente rispetto ad altre zone) dove il Sindaco ha annunciato la distribuzione di pale. 

Oggi come riportato da Linea Verde in TV, dal Sito Meteo aeronautica Militare e come – sich – visto sul posto la neve continua a farsi sentire e lo farà per diversi giorni ancora in particolar modo nella fascia medio adriatica con temperature previste in rialzo da metà settimana (ma sempre sotto la media del periodo) coonsiderando comunque che con diversi giorni di anticipo le previsioni non hanno un altissimo grado di attendibilità perchè soggette al variare degli eventi.

In Abruzzo è stato dichiarato lo stato di emergenza, mentre anche nelle Marche

sono in pieno lavoro le SOI (Sale Operative Integrate) della Protezione civile.  Da Coldiretti segnalato rischio carenza cibi freschi negli scaffali. Sempre nelle marche previsto l’intervento dell’esercito (servizio Rainews):

Un’invernata che si fa sicuramente sentire. Come riportato da Ilsole24ore neve ancora al nord, mentre in molte realtà emergono anche problemi di elettricità. Sul sito Ilmeteo.it troviamo la tendenza a lungo termine (15 giorni)Speriamo che nella settimana entrante i treni e i mezzi pubblici siano d’aiuto.

Lasciandovi con alcuni link utili e ricordando l’importanza di gomme adeguate o catene a bordo….buona vita!

Foto sulla neve da LaStampa.it da parte di lettori

Foto e video da Ansa registrati da parte di persone

Sito Meteo Aeronautica Militare

Video Ansa – Come mettere le catene

Ilmeteo.it

Meteo.it

Trenitalia.com (per biglietti e orari treni) con anche versione mobile/cellulari.

Viaggiatreno (per situazione-ritardi dei treni) con anche versione mobile/cellulari da numero treno o da stazione

Li chiamano “i giorni della merla…”


Fonte www.ilmeteo.itDei giorni di fine gennaio si dice spesso sono “i giorni della Merla“, identificandoli come i giorni più freddi dell’anno.

Premettendo che, come giustamente riportato dal sito ilmeteo.it, le previsioni a diversi giorni di distanza non hanno sicuramente una alta percentuale di sicurezza per ovvi motivi diversi giorni prima….ad oggi prevedono davvero saranno i giorni più freddi dell’anno.

Si parla, nella prossima settimana ad ora, di massime temperature in “0 gradi” e di molta neve che (sempre con le normali considerazioni sulla probabilità, dati i tempi) dovrebbe farsi sentire anche nella settimana successiva (da lun 6 febbraio 2012).  Ad ora siti come meteo.it e le previsioni settimanali di Linea verde prevedono una situazione si fredda ma come precipitizioni leggermente più “tranquilla”.

Vedremo nei prossimi giorni come si evolveranno previsioni e situazione…

Buona vita.

Immagine articolo tratta da pagina previsione 15 giorni ilmeteo.it.

L’Italia non abbandona il nucleare (Berlusconi, da agenzia reuters)


Nucleare Italia“Noi siamo assolutamente convinti che l’energia nucleare sia il futuro per tutti noi….”…”Se fossimo andati oggi a quel referendum il nucleare in Italia non sarebbe stato possibile per molti anni a venire; il governo quindi  responsabilmente ha ritenuto di introdurre questa moratoria per evitare il nucleare,per far si che si chiarisca la soluzione  giapponese e per far si che magari dopo  1 anno dopo 2 anni si possa ritornare ad avere una opinione pubblica consapevole della necessità di ritornare all’energia nucleare….” .

Il tutto dichiarato da Silvio Berlusconi rispondendo a una domanda all’interno del bilaterale italo-francese, definendolo però il nucleare non una possibilità ma un “destino ineruttabile” e aggiungendo che i contratti tra Enel ed Edf non vengono annullati.

A leggere anche l’agenzia con le frasi letterali (borsaitaliana reuters) chi diceva che la sospensione fosse “studiata” non aveva affatto torto. Ne avevamo parlato il 7 aprile…ma messa così sembra un non voler sentire gli italiani e aggirare le preoccupazioni di una cosa del genere in Italia…

Neanche a dirlo..le dichiarazioni sono uscite in varie agenzie/testate giornalistiche e riportate da video su youtube.

Foto articolo da borsaitaliana.it.reuters.com

Deltaplano e parapendio a Pasqua e oltre…


La decima edizione internazionale del Trofeo e Expo Montegrappa è pronta ad  accogliere dal 21 al 25 aprile i migliori piloti al mondo di deltaplano e  parapendio, il primo, e migliaia di visitatori su oltre 1000 mq di  esposizione coperta, l’altra.

Deltaplano che atterra

Nella manifestazione dello scorso anno ben 142 parapendio e 96 deltaplani,  in rappresentanza di 18 nazioni, affollarono il cielo della pedemontana  veneta con voli fino a 102 km e quote attorno ai 2200 metri, uno spettacolo  unico seguito da migliaia di persone.

Saranno ancora presenti piloti della nazionale azzurra di deltaplano,  campione del mondo in carica, e di quella di parapendio, campione d’Europa.  Gli organizzatori dell’Aero Club Montegrappa e del consorzio turistico  Vivere il Grappa annunciano che, oltre al trofeo e all’esposizione con i più  quotati operatori del settore, una prova di precisione in atterraggio sarà  riservata ai piloti fuori gara in visita in quei giorni a Borso del Grappa (Treviso), presso la struttura del Garden Relais, sede della manifestazione. A coronamento tante attività aperte al pubblico: voli in parapendio biposto,  pareti di arrampicata, nordic walking, escursioni in mountain bike, stand  gastronomici e prodotti tipici locali, intrattenimento per bambini, un’area  riservata alla costruzione di aquiloni con esperti del settore e un concorso  aperto a tutti per premiare a evento concluso il video più bello.

Dopo la Pasqua di Borso del Grappa, gli occhi degli appassionati di volo  libero si rivolgeranno verso l’Umbria, esattamente a Sigillo (Perugia) dove  dal 16 al 30 luglio si terranno i mondiali di deltaplano nel comprensorio  del Monte Cucco. L’Italia è chiamata a difendere il doppio titolo  individuale ed a squadre vinto nella scorsa edizione in Francia. Glielo  contenderanno probabilmente 150 piloti provenienti da 40 nazioni.

Autore: Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL
Federazione Italiana Volo Libero
Sito: http://www.fivl.it
Cell.: 335 5852431
Skype: gustavo.vitali
Mail: vitali.stampa (AT) fivl.it

Richiesta informazioni su Trofeo ed Expo Montegrappa:
Cesare De Pieri
Cell.: 348 4755706
Fax 178 2239947 (numero gratuito)

Alessandro Olin
Cell.: 333 6648808
Skype: alessandromontegrappa
Mail: info (AT) aeroclubmontegrappa.it
Siti: http://www.aeroclubmontegrappa.it / http://www.vivereilgrappa.it/

Foto articolo:
http://www.gustavovitali.it/

Due appuntamenti per volo libero in Lombardia…e libro “Sulle nuvole”


Due appuntamenti per il volo libero in Lombardia coinvolgeranno anche i piloti di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.

Nuvole

Il 10 aprile l’associazione Volo Libero Bergamo ospiterà il campionato interregionale tra queste regioni (CILP). L’area interessata alla competizione sarà la dorsale dalla Roncola fino al monte Resegone (Lecco), con decollo dal monte Linzone (1397 m). L’atterraggio ufficiale è posto a Palazzago (Bergamo). E’ prevista una partecipazione di oltre 100 piloti per la gara, ai quali vanno sommati quelli che voleranno in zona per la normale attività ricreativa ed i loro accompagnatori. Al termine premiazioni e grande rinfresco sul campo di atterraggio.

Il 7 aprile alle ore 20,30, presso la sala della chiesa del quartiere Marigolda a Curno (Bergamo), Damiano Zanocco, meteorologo e istruttore di parapendio, sarà relatore di un incontro formativo organizzato da tutte le associazioni di volo libero orobiche.

Il tema trattato riguarda il volo di cross, vale a dire come sia possibile spostarsi anche di molti chilometri con parapendio o deltaplano, sfruttando un “combustibile” gratuito ed ecologico: le correnti ascensionali di aria,
provocate dall’irraggiamento solare del suolo. Basti pensare che gli attuali record mondiali di distanza sono fissati in oltre 400 km per il parapendio e ben 700 per il deltaplano.

Damiano Zanocco, quarantenne di Thiene (Vicenza), laureato in Scienze Forestali, è l’autore di uno straordinario volume fotografico dal titolo avventuroso: Sulle Nuvole.

In esso descrive e classifica tutte le nuvole da lui osservate e fotografate nel corso di oltre dieci anni. Spettacolari i due DVD commessi all’opera dove il mutare delle formazioni nuvolose sono descritte da immagini accelerate 100 volte.

Autore: Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL
Federazione Italiana Volo Libero
Sito: http://www.fivl.it
Cell.: 335 5852431
Skype: gustavo.vitali
Mail: vitali.stampa (AT) fivl.it

Foto articolo:
http://www.gustavovitali.it/